The Man from the Earth – L’Uomo che venne dalla Terra

2014%2f41298

Dopo 10 anni di brillante insegnamento universitario, Fulvio Oldman, inaspettatamente, molla la cattedra di docente, e si mette a impacchettare le sue cose (tra cui un bulino del paleolitico e un Van Gogh originale con dedica). Quand’ecco che colleghi & amici montano a sorpresa una festa di “despedida”.
“Ma perché te ne vai? Ma che senso ha?” questa fondamentalmente la domanda che aleggia nel gruppo. Fulvio, dopo aver tentato sviare l’argomento varie volte, utilizzando le sue sapienti doti affabulatorie, alla fine, intrigato, vuota il sacco:
“Sono un uomo di Cro-Magnon, sto al mondo da 14mila anni….ogni 10anni mi sposto….è che fondamentalmente non mi riesce invecchiare”.
Ed è subito invidia. Ed è subito sgomento.
In fondo la scienza ci insegna che certi tessuti umani riescono a rigenerarsi e a rimanere in piena efficienza per tutta l’esistenza dell’individuo. Come se fossero stati appena messi al mondo. Beh…e se magri a qualcuno fosse…. e se, per qualche strana coincidenza, ogni tanto nascesse un esemplare in grado di non invecchiare mai? E se fossero più di uno?

man-from-earth-1-ifeelgood-it
E qui la scocca la scintilla che mette in moto il film intero. Un film “da fermo”, che attiva l’immaginazione dello spettatore e la lascia andare via. Come le riflessioni sulla percezione del tempo e dello spazio:
“Dove sei nato?”
“Booh…son passati 14mila anni, a volte non ricordo nemmeno dove ho parcheggiato la macchina la sera prima. E’ cambiato tutto, dove sono nato io probabilmente adesso ci sono 30metri di oceano, oppure cèppieno di LIDL e Ipecoop”.
“E allora dov’eri nel 1265?”
“Vai, eccone un’altra, e te dov’eri esattamente un anno fa a quest’ora? Non è che siccome ho 14mila anni, riesco a ricordare tutto quanto”.
“Come fai a sapere che sei un Cro-Magnon?”
“Quando lo ero non lo sapevo di certo. Solo molti millenni dopo ho scoperto che un archeologo ci chiamava così”
“Se adesso ti sparassi, tu moriresti?”
“E certo che morirei, sono sono molto anziano, mica immortale!”
Scopriremo un Fulvio di Cro-Magnon, costretto a spostarsi costantemente perchè temuto dagli altri membri del gruppo (la mitopoiesi del Vampiro Immortale che succhia la linfa dagli altri), un Fulvio Sumero alla corte di Hammurabi (“Era davvero un tipo a posto”), un Fulvio discepolo del Buddha, e alcuni secoli dopo un Fulvio in Palestina (e qui per ovvie ragioni di spoiler che non stiamo qui a tratteggiare ci sarà un colpo di scena ).
Epocale la frase “A quei tempi, viaggiando tra Oriente e Occidente, incappavo in una quantità di miti e distorsioni dei fatti tali, avvenuti anche solo  poco tempo prima, che alla fine ha cominciato a volteggiarmi in testa il sospetto che le religioni siano in realtà una ridda mostruosa di ca**ate. Sia chiaro però, io sono assolutamente rispettoso e tollerante verso tutti i tipi di superstizione, eh”.
terra-1
E poi un Fulvio che “potevo salpare con Colombo, ma fondamentalmente non ne avevo voglia”, un Fulvio amico di Van Gogh, un fulvio Etrusco, Fenicio….Film nato postumo dopo la morte dello sceneggiatore, che esclusivamente si regge sui dialoghi (zero effetti speciali, zero locations, zero budget), forse l’unico film al mondo in cui il produttore ha ringraziato la diffusione illegale peer-to-peer perché ne ha permesso una diffusione capillare e la successiva distribuzione fuori dagli States.Anche se dovrebbe esser stato doppiato, si consiglia la visione sottotitolata perché è un film di dialoghi, ed i dialoghi sono credibili spesso in originale (in più si imparano un sacco di vocaboli relativi a oggetti preistorici etc. )
Vi inchioderà alla poltrona per un’ora e mezzo.